Sul sole delle Alpi di Adro

Ci sono tante notizie che vorrei commentare ma sulle quali poi non scrivo nulla, un po’ per mancanza di tempo e un po’ per la ormai scarsa abitudine a scrivere e a sintetizzare il mio pensiero (si vede dallo scarsissimo numero di post su questo blog, cosa della quale mi scuso).

Ma ci sono cose che proprio non riesco a mandar giù senza una riflessione. Come diceva giustamente una cittadina di Adro, intervistata in questi giorni, ormai etichettiamo tutto come “folklore” e passiamo avanti, ma non ci accorgiamo che il livello oltre il quale scatta l’indignazione e la protesta si sta spostando sempre più in alto, lasciandoci indifferenti a fatti che poco tempo fa avremmo ritenuto intollerabili.

E quindi io mi chiedo, perchè di fronte a un’assurdità come quella della nuova scuola di Adro, tappezzata con il cosiddetto sole delle Alpi, che guarda caso è anche il simbolo della Lega, nessuno dice niente? Si, ho sentito qualche blanda protesta, ma nessuna vera azione mossa a modificare lo stato delle cose. I cittadini di Adro che non hanno votato Lega? Come fanno a mandare i loro figli in quella scuola? Ma anche coloro che l’hanno votata, come si sentono, mi chiedo?

Per loro è normale? Sarebbe allora normale che una scuola laziale venisse ricoperta di fasci littori da amministratori di estrema destra, con la scusa che questi sono simboli legati alla tradizione romana? Sarebbe normale che in una scuola emiliana o toscana la giunta di sinistra marchiasse banchi, cestini e cartelli con falce e martello? Se un amministratore del partito che voto facesse una cosa del genere, sarei il primo a dirgli che ha fatto una cavolata grossa come una casa.

Bookmark and Share

Questa voce è stata pubblicata in italia, politica e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Sul sole delle Alpi di Adro

  1. lux ha detto:

    ..ahimé..la normalità ci ha da tempo abbandonato e le prospettive proiettano sempre più nitidamente i raggi di “sto” sole delle alpi…e io rimango perplessa

  2. batta ha detto:

    http://www.lastampa.it/redazione/cmsSezioni/cronache/201010articoli/59051girata.asp

    Il sindaco Lancini fa dietrofront e dice che toglierà i simboli, ma si chiede chi pagherà per la rimozione… Io li farei togliere a lui a uno a uno, nel tempo libero

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...