Tutto il resto per una notte

Non vorrei sembrare pessimista, ma credo che l’italiano medio (quello che guarda tg1 e tg5, per intenderci) non sappia nemmeno dell’esistenza dell’interessante esperimento di Raiperunanotte. L’evento ha avuto una grande eco sul web ovviamente, tanto che ieri sera sembrava che non si parlasse d’altro, ma che effetto concreto avrà sul modo di intendere la televisione, o internet, o l’informazione in generale?

Gli entusiasti pensano che nulla sarà più come prima, che il 25 marzo sarà ricordato come una data storica in cui l’Italia ha cominciato a cambiare; per gli scettici (qualcuno li chiamerebbe realisti) si è trattato solo di un esperimento, più o meno riuscito, che ha raggiunto solo persone con un’idea politica ben definita e che quindi non cambierà una virgola a livello politico. Io, purtroppo, mi ascrivo alla seconda categoria.

In fondo, basta pensare ai numeri: ieri sera Santoro esultava per 120.000 spettatori via internet; anche considerando tutte le reti televisive che trasmettevano la diretta, si arriva al 13% di share complessivo. Nello stesso momento, l’87% delle persone davanti alla televisione guardava tutt’altro, e Ris da solo faceva il 16%.

Bookmark and Share

Questa voce è stata pubblicata in informazione, italia, politica. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Tutto il resto per una notte

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...