Da CL a Google

Molti in rete si sono scandalizzati perchè Formigoni ha comprato alcune parole chiave usate per le ricerche su Google per far apparire il suo sito tra i link sponsorizzati (i primi) nei risultati degli utenti. Funziona solo in Lombardia, con parole come “treni”, “ferrovie dello stato” o “sanità”.

La sorpresa è immotivata, non è spam o un complotto dei poteri forti, come sostiene qualcuno: AdWords è un servizio attivo da anni e si sa benissimo che funziona così. Formigoni paga per questo servizio, e più in particolare paga una piccola cifra per ogni utente che clicca sul link suggerito da Google e finisce sul suo sito. Invece di indignarsi, Civati propone di cliccare su quei link il più possibile, così i soldi di Formigoni (e di Comunione e Liberazione) finiscono a Google, che sicuramente ne farà un uso migliore.

Bookmark and Share

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in italia, politica, web e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...