Pluralismo

(fonte: Repubblica)

Si discute tanto di par condicio e pluralismo di informazione in Tv: ma un’occhiata ai dati della presenza dei vari partiti nei telegiornali ci fa capire che immagine distorta della realtà debbano avere tutti quegli italiani che hanno come loro unica fonte di informazioni proprio i telegiornali.

Copio qui sotto il resoconto di una tipica edizione serale del Tg1 (15 marzo), il telegiornale che dovrebbe essere più rappresentativo:

Parecchia politica nel tg1 delle 20 di ieri (diciamo che i 15 secondi dedicati ad una battuta mal riuscita di Bersani sono già notevoli). Si parte con l’inchiesta di Trani e la notizia che Berlusconi è indagato (dopo i titoli –che durano fino a 1’10”- servizio fino a 3’19”). Indi la reazione di Berlusconi, con la solita noiosa presa di posizione contro la magistratura armata dalla sinistra. Fino a 4’49”. Si passa poi ai commenti della politica sulla notizia: Bersani fa una battuta, Casini dice che preferisce parlare dei problemi della gente e poi la solita schiera di Bondi, Cicchitto, Gasparri, Capezzone. Fino a 6’24” (tutto l’arco politico ha lo stesso tempo di Berlusconi). Notizia sullo stop ai talk show e la decisione definitiva del cda Rai di non mandare in onda nulla. Fino a 8’02”. Servizio sulla Lega e su Bossi che assicura fedeltà e lealtà al Governo mentre apre un circolino di amici di Carlo Cattaneo. Fino a 9’10”. Lettura di una precisazione Ansa sull’indagine di Trani, seguita dall’annuncio della nuova fondazione politico-culturale di Fini, con conseguente chiosa di Cicchitto sulla inutilità di queste correnti all’interno del Pdl. Fino a 10’16”. Servizio sul Quirinale per smentire la ricostruzione di Repubblica riguardo la volontà del Presidente di rimandare alle Camere la legge che regola la cessazione dei rapporti di lavoro. Il Presidente ci tiene a dire che anche stavolta firmerà. Sacconi apprende la notizia con sollievo. Fino a 11’38”. Notizia importante: la dichiarazione dei redditi dei politici. Berlusconi è il più ricco. Non si cita la povertà di Tremonti, anzi si dice che il più povero sia Casini. Fino a 11’58”. L’arresto di molti fiancheggiatori del latitante mafioso Matteo Messina Denaro chiude la pagina politica. Due servizi sull’operazione di polizia e sulla biografia del mafioso. Fino a 15’15”. Cronaca: il bar della Magliana attaccato da un raid razzista. Fino a 16’55” (si sa che la sicurezza tira sempre). Esteri: un ritratto della Aubry che in Francia ha bastonato Sarkozy. Fino a 18’12. Lettura della notizia sulla situazione in Thailandia. Fino a 18’47”. Direi che meno di due minuti siano più che sufficienti e si possa tornare alla cronaca. Cronaca: nonna morta investita sulle strisce pedonali mentre salva il nipotino. Fino a 20’25”. Ed ora i servizi scoop del tg1: poche strutture di associazioni culturali sono in regola con le norme. Il TG1 denuncia! Così come denuncia il fatto che si possano prendere sigarette dai distributori automatici senza dover dimostrare di avere compiuto i 16 anni. Fino a 23’10”. Da questo momento inizia l’ultimo terzo a svacco del TG. Una studiosa vaticana afferma che la fine del mondo, secondo Leonardo, avverrà nel 4006: preoccupiamocene! In Irpinia c’è un paese dove si vive da re con la pensione (magari d’invalidità, chissà!). Gli occhiali 3D finiscono sotto accusa e quindi è meglio usare quelli monouso. Per l’angolo delle professioni utili, ecco il cappellaio, dopo il sommelier dell’altra sera. Quindi l’annosa questione: pasta o riso? Cosa preferiscono gli italiani? Tutto questo fino al minuto 31’30”. Anche il tg1 non può esimersi dal raccontare la storia del cane che si è mangiato un diamante e che poi l’ha defecato per la gioia di tutti. Fino a 32’39”. Quindi è il momento dei marchettoni rai: la Clerici debutta come cantante e Mollica si sente in dovere di intervistarla. Fino a 34’11”. Infine riparte il gioco di Frizzi sulle identità delle persone. Vai col servizio! Il tg1 chiude. In breve: politica, circa 12 minuti. Un servizio su Bossi, una citazione a Fini, due precisazioni Ansa su Berlusconi, la notizia che Berlusconi sia il più ricco, un servizio su Napolitano, lo stop ai talk show con la spiegazione di Lupi che questo è dovuto alla legge illiberale della par condicio che il Pdl cambierà subito dopo il voto, tre servizi sull’inchiesta di Trani ed uno con la viva voce di Berlusconi. Ah, giusto! Circa 1 minuto a tutta l’opposizione, nel solito pastone. Esteri: circa 110 secondi. Cronache e cazzabbubbole: circa 23 minuti.

Bookmark and Share

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in informazione, italia, politica e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...