Il Pd oscura Facebook per i suoi dipendenti

Il Partito Democratico da oggi non consentirà l’accesso a Facebook dai computer della sua sede centrale, con le solite motivazioni date dai datori di lavoro, secondo cui è una perdita di tempo e distrae i dipendenti. Peccato che Facebook, per la sua enorme diffusione, sia ormai diventato anche uno strumento per fare politica: basterebbe chiedere a uno qualsiasi delle migliaia di circoli del partito, che spesso hanno una loro pagina sul social network più famoso d’Italia con la quale si tengono in contatto con simpatizzanti, elettori e militanti.

Evidentemente chi ha deciso questo provvedimento non la pensa così: forse non sa nemmeno bene come funziona Facebook, ma se tutti ne parlano male ci sarà un motivo, no? Spetta ora ad alcuni tra i più “illuminati” all’interno del partito, e avvezzi all’uso della rete, cercare di rimediare: altrimenti con quale credibilità il Pd potrà ancora portare avanti le battaglie sulla libertà e l’importanza di Internet?

UPDATE: la retromarcia c’è stata, ed è arrivata in fretta fortunatamente.

Bookmark and Share

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in informazione, italia, politica, web e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Il Pd oscura Facebook per i suoi dipendenti

  1. batta ha detto:

    L’autore del provvedimento è il tesoriere del partito, Antonio Misiani. E indovinate un po’: è su Facebook.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...