Il bue che dà del cornuto all’asino

Penso che la categoria “anti-italiano” non esista, e sia solo uno strumento populista per attaccare e delegittimare l’avversario politico. Nessun italiano è anti-italiano, e soprattutto non lo è se racconta dei semplici fatti o se porta avanti la sua battaglia politica.

Detto questo però, se proprio volessimo usare questo termine e attribuirlo a un personaggio politico che contribuisce a rendere peggiore l’immagine internazionale del nostro paese, penso che spetterebbe senza dubbio proprio a Berlusconi. Ormai siamo abituati alle sue dichiarazioni su giudici, istituzioni e politica: ma ieri, al congresso del Partito Popolare Europeo, il premier ha portato di fronte all’Europa intera, non richiesto, le questioni interne italiane, contribuendo lui si a screditare la nostra immagine all’estero. Si è lanciato in un nuovo attacco contro i “tre Presidenti della Repubblica di sinistra” (probabilmente comprende anche Scalfaro, noto comunista), contro “il partito dei giudici di sinistra” e contro la Corte Costituzionale. La sovranità non sarebbe più nelle mani del popolo, ma di quest’ultima, seguendo il ragionamento per cui la Corte può abrogare le leggi del Parlamento, e gli è quindi superiore.

Peccato che questo discorso, se ripetuto da uno studente di giurisprudenza di 20 anni a un esame di diritto costituzionale, lo porterebbe verso una sicura e sonora bocciatura.

Bookmark and Share

Questa voce è stata pubblicata in italia, mondo, politica e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...