Riservatezza a targhe alterne

telefono

 

Davvero singolare il diverso metro di giudizio con il quale i nostri politici considerano l’argomento privacy (o meglio riservatezza). 

Sappiamo tutti che ogni qual volta si parla di intercettazioni telefoniche è facile gridare allo scandalo e indignarsi per l’inaccettabile intrusione nella vita privata delle persone: milioni di italiani addirittura sarebbero intercettati (assolutamente falso) e a rischio sarebbero i loro dati personali e l’intera loro vita privata.

Ma è altrettanto facile poi, soprattutto quando l’attenzione mediatica è rivolta verso argomenti ben più gravi e seri, come in questi giorni, infilare un piccolo emendamento nel decreto in approvazione (dico decreto e non legge perchè ormai il Parlamento sembra diventato un organo di ratificazione della volontà del Governo). Sperando che nessuno se ne accorga.

Ebbene, per fortuna c’è ancora chi legge ciò che vota, e riesce a scovare queste cose. L’ultima trovata è la liberalizzazione delle chiamate telefoniche di operatori commerciali: praticamente, i call center di Telecom, Fastweb, Tiscali, e tutte le altre società commerciali, potranno prendere i vostri numeri dall’elenco telefonico e chiamarvi a casa. Tempo fa era stata introdotta la possibilità di dichiarare espressamente la proprià volontà di non ricevere questo tipo di chiamate. Ma il provvedimento autorizza le società a usare elenchi precedenti, rendendo di fatto inutile la vostra dichiarazione.

Così, ora, ancora più facilmente potrete essere disturbati a qualsiasi ora (solitamente ore pasti, le più fastidiose), con offerte di qualunque genere. Chi non ha mai ricevuto una telefonata del genere?

Pensateci, la prossima volta che sentirete invocare la protezione della vita privata.

Bookmark and Share

Questa voce è stata pubblicata in italia, politica e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Riservatezza a targhe alterne

  1. bat59 ha detto:

    Vi segnalo questo articolo, dove, con un esempio perfettamente ricostruito, si spiega perché la nuova legge sulle intercettazioni favorisce alcune categorie di criminali (nel caso specifico impedirebbe di individuare il rapitore di un bambino)
    http://www.repubblica.it/2009/01/sezioni/politica/giustizia-9/cascini-lettera/cascini-lettera.html

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...