Povero John

 

Come direbbe Severgnini, finchè non vedo Obama alla Casa Bianca non ci credo, ma è indiscutibile che ultimamente i segnali sono tutti a favore del candidato democratico.

Tutti i sondaggi lo danno avanti di qualche punto, soprattutto in molti degli stati-chiave: ma bisognerà vedere quanto conterà il Bradley effect (di cui ho già parlato). Qual è la soglia di sicurezza per Obama? 3%? 5%? Piu passa il tempo più rischia di perdere il vantaggio che ha in questi giorni.

Intanto McCain è alle prese con una serie infinita di ostacoli e difficoltà nella sua campagna elettorale: pare che sia davvero un po’ sfortunato, perchè nonostante dia valorosamente battaglia con tutte le armi a sua disposizione, gliene sono capitate di tutti i colori.

Prima i suoi parenti neri dichiarano che voteranno per Obama, poi l’irascibile fratello chiama il 911 per lamentarsi del traffico e insulta l’operatore ( in famiglia devono avere tutti un bel caratterino). C’è stata la storia, francamente un po’ ridicola, della supporter di McCain che ha denunciato di essere stata aggredita da “un gigantesco uomo nero” che prima l’avrebbe derubata, e poi le avrebbe inciso sulla guancia una lettera, guarda caso la B. 

Police said they doubted her story from the start — in part because the “B” on her face was backward.

Al contrario, come se fosse stata tracciata davanti a uno specchio.

Poi gli endorsments dei giornali, la maggior parte dei quali si è schierata con Obama (anche quelli che sostennero Bush nel 2004).

Per non parlare dei problemi interni al partito. Che la candidatura della Palin non fosse la scelta più giusta lo si era capito fin da subito: ma ora la donna si sta trasformando in un vero e proprio problema per McCain. Litiga con lo staff, non rispetta le direttive andando a fare comizi in stati già considerati “persi”, e probabilmente, sentendo puzza di sconfitta, sta cercando di smarcarsi per garantirsi un futuro politico anche senza McCain. Comunque per ora non rinuncia proprio a niente, essendo riuscita a spendere 150.000$ (la metà in un solo negozio!) per rifarsi il guardaroba usando i soldi della campagna elettorale, quelli che i cittadini versano al partito per sostenerlo.

Messa così può sembrare una lista di cattiverie, costruita per screditare l’immagine dei repubblicani. Ma sono solo fatti: vedremo se la settimana prossima conteranno, alle urne, o se il vecchio ma combattivo McCain riuscirà a fare il miracolo.

Bookmark and Share

Questa voce è stata pubblicata in informazione, politica, usa e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a Povero John

  1. roy ha detto:

    una cosa che mi ha colpito – positivamente – è stato il clima dei dibattiti tra i due candidati: confronto serrato sulle cose, dinamismo anche fisico di entrambi, vera cordialità alla fine della discussione; senza sempre stracciarci le vesti e lamentarci della nostra situazione mi pare che le presenze di Fini alle Feste dell’Unità o la sua telefonata di complimenti a Veltroni per la manifestazione del 25 ottobre siano qualcosa di positivamente simile; un giorno i politici anomali e reggicoda si estingueranno, spero

  2. wowbagger42 ha detto:

    Non dire gatto se non ce l’hai nel sacco.

  3. batta ha detto:

    Giusto roy, devo dire che in questi giorni sono stato sorpreso dalle dichiarazioni di Fini prima, e di Alemanno poi sulla manifestazione del Pd a Roma. Forse comincia a intravvedersi una certa insofferenza nella maggioranza a questa linea aggressiva del premier…

  4. teo ha detto:

    Più probabilmente l’ennesima dimostrazione di quanto l’onorevole fini sia politically correct.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...