La terza via

foto di timtak su flickr

 

Pare che qualcuno avesse già risolto il problema dei rifiuti nel 1939!

Scherzi a parte, tutti vorrebbero un mondo con zero rifiuti, dove si riesce a riciclare tutto, o quasi, e a utilizzare altri metodi (discariche, inceneritori) per i pochissimi residui non eliminabili.

Quel mondo è possibile: in California questo già succede, con i programma Zero Waste. Facile direte voi, quelli sono gli Stati Uniti! Quando decidono una cosa la fanno!

Invece anche noi, nel nostro piccolo, siamo capaci di grosse sorprese. In provincia di Treviso si ricicla più del 70% dei rifiuti (le cifre sono discordanti, ma è certamente una percentuale altissima), grazie allo straordinario Centro Riciclo di Vedelago. Un piccolo miracolo che raccoglie rifiuti da 800.000 abitanti della provincia e oltre, li separa e li riutilizza, consegnandoli ad aziende esterne che li usano per produrre di tutto: dai tessuti in pile alle sedie, dal calcestruzzo ai dissuasori di velocità! Come si ottiene tutto questo: raccolta porta a porta, un progetto serio e realistico, una mentalità aperta, un pò di coraggio e tanta lungimiranza.

Per finire, segnalo che anche nella tanto denigrata Campania ci sono esempi virtuosi: ad esempio il comune di Padula (SA), che a 7 anni dall’avvio ha raggiunto percentuali record di raccolta differenziata insieme a decine di comuni in tutta la regione. Qui si ricicla il 65% dei rifiuti: meglio di molte città del Nord! Perchè allora non si riesce ad estendere questa buona abitudine anche al resto della regione, ma non solo?

Bookmark and Share

 

Questa voce è stata pubblicata in divertenti, italia, mondo e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a La terza via

  1. teo ha detto:

    1939? allora hanno ragione i nostri nonni a dire che si stava meglio quando…
    A parte le battute, pensate che padula (con il suo 69%) è persino uno dei paesi meno ricicloni della campania (sebbene sia quasi in Basilicata..)
    La “cultura del pulito” sembra diffusa particolarmente nel salernitano.. spiace che ancora una volta il peggiore si dimostri il napoletano, salve poche eccezioni.
    Per chi vuole informarsi
    http://www.newsfood.com/Articolo/Italia/20080115-Legambiente-presenta-comuni-ricicloni-Campania-virtuosa.asp

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...