Opposizione sociale

 

La sinistra italiana è allo sbando, dopo il disastro elettorale (zero deputati, zero senatori eletti). Già lunedì sera è stata convocata la segreteria politica di Rifondazione comunista, il maggior partito della Sinistra Arcobaleno. In questi giorni si confrontano correnti e proposte di soluzione della crisi.

Di sicuro c’è solo che a luglio si terrà un congresso, nel quale si decideranno i destini del movimento. Tutto il resto è avvolto da una gran confusione. Si confrontano due linee: andare verso un partito unico della sinistra radicale, idea sostenuta dall’attuale dirigenza (Giordano, Migliore, Gianni), per evitare un semplice cartello elettorale come è stata la Sinistra Arcobaleno nelle recenti elezioni. Oppure non sciogliere Rifondazione comunista e costruire una federazione di partiti, linea per ora vincente e sostenuta da Ferrero, che pere avviato a diventare nuovo segretario.

Forte della maggioranza appena conquistata, Ferrero annuncia una dura “opposizione sociale” a Berlusconi. Vorrà dire dargli torto ogni volta che parla? Inoltre sembra che non sia superato l’astio verso il PD e Veltroni, reo di aver escluso la sinistra radicale e di averla così condannata alla sconfitta.

Ci vorrebbe la maturità politica di capire che finchè si è in campgna elettorale va bene battersi per le proprie idee e anche attaccare duramente gli avversari, ma dopo il voto collaborare (certo in modo critico) con il governo per il bene del Paese.

[via Alfonso Fuggetta]

Bookmark and Share

 

Questa voce è stata pubblicata in italia, politica e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...