Il treno del cambiamento

 
 
E’ questo lo slogan di Trenitalia: dovrebbe prospettare un futuro moderno e ferrovie efficienti.
Ma diciamoci la verità: spesso i treni sono in condizioni pietose. Avrei voluto dire: sopratutto quelli a lunga percorrenza, e quelli regionali. Cioè: tutti. La rete ferroviaria è ai limiti del collasso per condizioni igieniche e puntualità. Un’indagine sul Corriere online di oggi ha il merito di riportare un po’ l’attenzione su questo tema, che ha poco spazio di solito, nonostante ogni giorno milioni di pendolari e non solo siano costretti a subire queste condizioni. Qui sotto alcune foto che testimoniano lo scempio sui treni e nelle stazioni.
 
 
Esperienza personale: di solito i treni che prendo io sono puliti (ovvio, sono svizzeri!!), e abbastanza puntuali, ma proprio l’altro giorno, per un viaggio che avrebbe dovuto durare 35 minuti sono stato fermo in mezzo al nulla per 1 ora e 30 minuti, causa guasto motrice!!
 
 
 
 
Tutte le immagini e gli articoli sono disponibili qui
 Bookmark and Share
Questa voce è stata pubblicata in italia e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

5 risposte a Il treno del cambiamento

  1. La Donna Cannone ha detto:

    Quando ero studentessa, di anno in anno cambiavano i treni, e diventavano sempre meno.
    Una volta andai da un capotreno, a chiedere come mai avessero abolito l’espresso delle 14.00 da Ancona, che circolavano l’anno precedente “Mai esistito!”, mi rispose.

    Viaggiatori allucinati… ma per credere che le condizioni dei nostri treni siano decenti.

    Prova a prendere un treno per Venezia sotto carnevale, e proverai l’ineffabile ebbrezza del carro bestiame!

    Saluti, e ..passa a trovarmi!

  2. batta ha detto:

    Quasi! Viaggiavo verso Venezia sul mio comodissimo eurostar, quando questo si ferma. Dopo un numero imprecisato ma molto alto di minuti ci informano che dobbiamo scendere e proseguire con altri treni. Stazione di Verona mi sembra.
    Da li in poi tutti pigiati su un bel trenino regionale! Allegria!

    Grazie del commento!

  3. Mich ha detto:

    Eheh, ragazzi, perchè non provare un bel viaggetto in Agosto dalla Calabria (che so, da Paola) a Milano, senza posto prenotato, di notte??

    Già provato due volte, la prossima porto una videocamera e faccio un documentario🙂

  4. Giulia ha detto:

    ma soprattutto…. mentre tutti ti fumano addosso nonostante ci siano dei cartelli enormi con scritto :VIETATO FUMARE !!!

  5. Pingback: La differenza « one match

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...