Troppe parole

 

 Il Ministro della Giustizia Scotti dice che i magistrati parlano troppo: secondo me ha perfettamente ragione. 

Pensiamo a recenti fatti di cronaca: il caso dei fratelli di Gravina (a questo in particolare si riferiva Scotti), dove troppe dichiarazioni contrastanti hanno creato confusione. Il caso di Clementina Forleo e quello De Magistris (NON voglio entrare nel merito delle vicende da un punto di vista processuale): entrambi magistrati che hanno smarrito il senso del loro ruolo e dell’istituzione che rappresentano con la loro scelta di non affidarsi più agli strumenti giudiziari, che competono loro, ma anche ai media. 

Credo che spesso questi atteggiamenti siano dettati dalla ricerca di visibilità mediatica: purtroppo, una volta ottenuta, questa non aiuta in nessun modo l’esercizio delle proprie funzioni e la ricerca della verità processuale, ma anzi la ostacola. In questo senso, pensate all’inchiesta tolta a De Magistris e all’azione disciplinare che sta subendo la Forleo. Entrambi provvedimenti secondo me giusti, perchè l’obiettività e l’imparzialità erano state seriamente minacciate proprio dall’esposizione mediatica.  

Fortunatamente ci sono anche esempi positivi: le migliaia di magistrati che lavorano in silenzio e con dedizione, che non sono neanche sfiorati dai riflettori della cronaca. E quelli che anche quando ci sono sotto, continuano a lavorare con professionalità e serietà (esempio: avete mai sentito parlare i magistrati del processo per la strage di Erba? No, eppure stanno facendo un grande lavoro

 Bookmark and Share

Questa voce è stata pubblicata in italia e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...